Центральный Дом Знаний - Альвиньано

Информационный центр "Центральный Дом Знаний"

Заказать учебную работу! Жми!



ЖМИ: ТУТ ТЫСЯЧИ КУРСОВЫХ РАБОТ ДЛЯ ТЕБЯ

      cendomzn@yandex.ru  

Наш опрос

Я учусь (закончил(-а) в
Всего ответов: 2668

Онлайн всего: 1
Гостей: 1
Пользователей: 0


Форма входа

Логин:
Пароль:

Альвиньано

Альвиньано (италAlvignano), город в Италии, расположен в регионе Кампания, подчинён адм. центру Казерта.

Насел. 4 951 человек, плотность населения составляет 134 чел./км². Площадь 37 км². Почтовый индекс — 81012. Телефонный код — 00823.


Alvignano è un comune italiano di 4.987 abitanti della provincia di Caserta in Campania.

Situato alle pendici dei Colli Caprensi o Monti Trebulani, ad ovest e digradanti nella valle del medio Volturno, di fronte al Massiccio del Matese ad est.

Alvignano discende dall'antica città di Cubulteria, con il nome da un personaggio di spicco nell'epoca imperiale di Roma del II secolo, il suo nome era Marco Aulo Albino procuratore presso la prima coorte dei breuci e patrono di Alifae e Cubultreria presso Roma. I casali si formarono dopo la distruzione di Cubulteria nel VIII-IX secolo da parte dell'invasione dei saraceni. I primi nuclei abitati si formarono alle pendici dei colli Caprensi o Monti Trebulani a circa 2 km a ovest dalla distrutta città di Cubulteria. Marco Aulo Albino possedeva una villa in prossimità dell'attuale chiesa di San Sebastiano (Villa Albiniani); da questo nome è nata la cittadina di Alvignano con i suoi casali derivanti dai nomi di nuclei familiari e dalla costruzione di successive chiese: San Mauro, San Nicola, Petrilli, Angiolilli, Faraoni, Rasignano San Pietro e in alto sui colli Marcianofreddo. Il nuovo centro fu feudo dei Normanni, degli Angioini e degli Aragonesi. Fu posseduto da numerosi ed importanti famiglie tra le quali quelle degli Origlia, dei De Clavellis ed infine i Gaetani duchi di Laurenzana. Quest'ultima ebbe il dominio sulla terra di Alvignano fino alla fine delle servitù feudali nel 1806. Tra il 1800 e il 1900i piccoli casali si saldarono tra loro lungo la strada statale 158 dando origine all'attuale agglomerato urbano anche se alcuni di essi conservano ancora oggi una posizione isolata rispetto al paese come Marcianofreddo.

Durante la seconda guerra mondiale ad Alvignano, data la sua posizione strategica, risideva il comando tedesco; la città fu liberata dagli Americani nel1943.

Nel dopoguerra si è assistito ad una positiva ricrescita economica della città grazie ad uno degli insediamenti industriali della provincia, una fabbrica di ceramica e laterizi oggi non più funzionante.

Tra i monumenti di maggior rilievo è da segnalare l'antica Chiesa di

La basilica sorse probabilmente su una precedente struttura romana, sul luogo dove era ubicata l'antica città di Cubulteria i cui resti sono ancora ben visibili all'interno della basilica. Anticamente Cubulteria fu sede vescovile nel corso del IV secolo fino a quando, per motivi ignoti, non è stata più diocesi (V-VI secolo). La basilica è uno dei più pregevoli monumenti di età longobarda, in cui sono rintracciabili tracce di architettura bizantina. Databile tra l'VIII e il IX secolo, attualmente è dedicata a san Ferdinando d'Aragona, vescovo delladiocesi di Caiazzo e protettore delle terre di Alvignano e di Dragoni. 

Situato su una posizione strategica domina tutta la valle del medio Volturno, composto da quattro torri angolari, la più grande funge da mastio. Ha mura ben fortificate, sono ancora ben visibile all'interno resti di cucine, depositi, cisterne e un'antica cappella chiamata S.Maria al castello. Il castello fu una fortezza visto lo spessore dei muri. Fu definitivamente abbandonato nel XV secolo in seguito ad un rovinoso terremoto che lo rese inagibile. 

Sita nella frazione di San Mauro,con tutta probabilità fu ricostruita su una chiesetta con il nome dell'ononima frazione già citata nella bolla di consagrazione di Santo Stefano Minicillo "San Maurus in Albiniani" nel VIII secolo. Nel suo interno conserva tre affreschi rinascimentali San Mauro,Santa Lucia, e San Ferdinando in più è conservata una statua lignea settecentesco raffigurante la Madonna col Bambino. All'esterno si trova un bellissimo e unico portale in pietra del XV secolo raffigurante l'incoronazione della Vergine Maria dagli angeli e vari raffigurazioni cristiana in bassorilievo. Nella chiesetta è venerato il culto di Sant'Anna che si festeggia solennemente il 26 luglio.

Personaggi e cittadini illustri:

  • Pasquale Pagliuca (1894-1963), sindaco, podestà, compositore.

  • Tommaso Pagliuca (1896-1952), Magg. del 7° Bersaglieri e grande invalido della Prima Guerra Mondiale.

  • cav. Michele Pagliuca (1859-1956), Sindaco.

  • Nicola Pagliuca (1861-1926), Avvocato e Cavaliere Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia, grande benefattore.

  • Don Giovanni Pagliuca (1811-?), Parroco di S.Nicola di Bari.

  • Rdo. Don Pasquale Pagliuca (1733-1803), Rettore del beneficio di S.Giovanni Battista Maiorano di Monte ed Economo della Parrocchia SS. Pietro e Paolo.

  • Don Biagio Mugione (1914-1943), Arciprete e parroco di San Sebastiano trucidato dai Tedeschi.

  • Dott. Antonio TOMMASELLI ginecologo della Casa Reale.

  • Giovanni Greco, Sindaco di Alvignano.

  • Padre Salvatore Michele Mazzocca (1932- 1988), Dell'ordine dei servi di Maria, parroco SS. Pietro e Paolo.

  • Luigi Corniello, (1907-1985), Musicista e compositore.

Loading

Календарь

«  Июль 2020  »
ПнВтСрЧтПтСбВс
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

Архив записей

Друзья сайта

  • Заказать курсовую работу!
  • Выполнение любых чертежей
  • Новый фриланс 24